Fai login per aggiungere ai preferiti

GUIDARE LA BICI ELETTRICA SOTTO LA PIOGGIA | USARE L'E-MTB ANCHE QUANDO PIOVE

Fai login per aggiungere ai preferiti

Pioggia e mal tempo scoraggiano molti ciclisti amanti dell’e-bike. Scopri perché non devi rinunciare ad uscire in e-bike anche nelle giornate più uggiose.

E-BIKE SOTTO LA PIOGGIA: INDICAZIONI PER UNA GUIDA SICURA

Scende la pioggia ma che fa…” intonava fiducioso Gianni Morandi mezzo secolo fa.
Ma per gli amanti delle due ruote è davvero possibile non lasciarsi scoraggiare dal maltempo e uscire in e-bike anche nelle giornate più uggiose lanciandosi sulla strada a dispetto di ogni nefasta previsione atmosferica?

Se state pensando che un cielo minaccioso sia un motivo sufficiente a farvi desistere dalla tanto attesa uscita domenicale e che con il rischio di acquazzoni sia meglio preferire l’auto alla bici, vi sbagliate di grosso: oltre ad aggiungere il gusto dell’avventura alla vostra giornata sportiva, con le dovute precauzioni la pioggia può essere tranquillamente affrontata dalla vostra mountain bike elettrica e il tempaccio può rivelarsi un’occasione in più per imparare a controllare il mezzo, padroneggiare la strada e diventare biker più esperti.

Concepiti per resistere in modo ottimale agli schizzi d’acqua che provengono sia dall’alto che dal basso, le moderne e-mtb possono essere usate senza problemi anche sotto la pioggia, visto che il motore, pur essendo elettrico, è protetto e non corre pertanto il rischio di bagnarsi e, a meno di immergerci in una palude, la loro aderenza al terreno è garantita anche in questi casi.

Ciò nonostante, per motivi di sicurezza è bene rispettare alcune regole pratiche e assicurarsi della presenza di certe condizioni.

Scopriamo insieme come pedalare sotto la pioggia senza problemi! 

7 REGOLE D’ORO GUIDARE LA BICI ELETTRICA SOTTO LA PIOGGIA

Se siete ciclisti alle prime armi, è comprensibile che abbiate qualche remora ad inforcare le due ruote sotto la pioggia rischiando di bagnarvi da capo a piedi e di danneggiare la vostra bici.

Niente paura: per non dover rinunciare al piacere della pedalata assistita quando il tempo è inclemente trasformando un’apparente iattura in una memorabile esperienza, basta seguire queste piccole fondamentali accortezze.  

1. Moderate la velocità

Accorgimento valido per tutti i mezzi ma non per questo banale, quello di moderare la velocità in caso di pioggia, visto che in questo caso risultano ridotti sia i tempi di reazione del conducente sia la tenuta della strada e questa cautela alla guida permette di individuare le migliori traiettorie. Così come diventa imprescindibile rendersi visibili posizionando luci lampeggianti sul lato posteriore della vostra e-bike.

2. Controllate la pressione delle gomme

Importantissimo al fine di preservare l’aderenza sull’asfalto, l’abitudine di regolare la pressione degli pneumatici, magari sostituendo anche le gomme della vostra e-bike prime dell’inizio dell’inverno e avendo cura di scegliere la pressione giusta in base al peso di chi userà la bici. Come rimedio estemporaneo, potete sgonfiare un po’ le ruote per aumentare il grip sull’asfalto bagnato.

3. Prestate attenzione all’uso dei freni

Quando piove, il monito a moderare l’uso dei freni non significa frenare di meno ma piuttosto frenare meglio, facendo più attenzione a dove lo fate rispetto a quando è asciutto, in modo da evitare lo slittamento del mezzo. Cercate quindi di toccare i freni il meno possibile quando, ad esempio, vi trovate ad affrontare un passaggio di roccia o radici.

4. Cercate la linea più pulita

Regola valida anche sull’asciutto ma ancor più raccomandabile con la pioggia, quella di individuare la migliore traiettoria da percorrere prima di affrontare un passaggio tecnico con la vostra e-Mtb. Ciò avendo cura di scegliere sempre di passare dove il terreno è sgombro da ostacoli evitando la linea migliore in termini di velocità.

Così come è assolutamente sconsigliato cambiare traiettoria durante un passaggio di questo tipo: con il fondo bagnato ogni esitazione può tramutarsi in una perdita di controllo del mezzo!  

5. Affrontate le curve con cautela

Se in prossimità delle curve la raccomandazione è sempre quella di frenare con largo anticipo al suo inizio scegliendo traiettorie più ampie possibile, lo è ancor di più in caso di pioggia se si vuole mantenere la massima aderenza fra asfalto e e-bike.

6. Mantenete una guida attiva 

Rimanere “sciolti” alla guida senza irrigidirvi significa pedalare senza lasciarsi guidare dal mezzo avendo modo di essere più pronti a reagire in caso di perdita di controllo e di recuperare più facilmente la vostra e-bike. Per chi ha una padronanza avanzata del mezzo ed è in grado di seguire la tecnica del bunny hop in sicurezza, saltare o “ollare” un ostacolo annulla senz’altro i rischi dovuti al fondo bagnato: dove le ruote non toccano non possono scivolare!

7. Usate l’abbigliamento adeguato

Se indossare un classico k-way coprente (o una giacca impermeabile da ciclismo) in inverno oppure un gilet ultraleggero facilmente pieghevole nella stagione più calda insieme a un paio di guanti in goretex è il modo migliore per proteggere il corpo pedalando sotto la pioggia, non c’è situazione più spiacevole che avere i piedi inzuppati d’acqua. Il miglior rimedio in questo caso è quello di acquistare scarpe impermeabili o, in aggiunta, utilizzare i copriscarpe in silicone.

Ricordando che gli indumenti impregnati d’acqua si traducono in un rischio per la nostra salute nonché in un sovraccarico di peso, il consiglio, se non si è provvisti di abbigliamento tecnico e le temperature lo consentono, resta quello di vestirsi il meno possibile. In caso di tempo incerto, è poi sempre utile munirsi di uno zaino impermeabile che possa contenere tutto il necessario, mantenendolo asciutto. Imprescindibile, infine, la pettorina catarifrangente per evitare spiacevoli incidenti causati dalla scarsa visibilità.

8. Luci e catarifrangenti

Ma se l’abbigliamento è importante, lo è anche quello del vostro mezzo: in caso di condizioni climatiche non particolarmente favorevoli è indispensabile infatti che l’e-bike sia dotata di luci anteriori, luci e catarifrangenti posteriori, catarifrangenti sui pedali e laterali. Rendendo ben visibile la nostra presenza tuteliamo non solo la nostra sicurezza, ma anche quella di chi ci sta intorno.

DOPO LA PIOGGIA: COME AVER CURA DELLA VOSTRA E-BIKE

Inevitabile che dopo un’uscita sotto la pioggia la vostra e-bike sia piuttosto sporca e non abbia un bell’aspetto. Cosa fare per riportarla al suo pregresso splendore evitando danneggiamenti al motore e ad altri componenti?

La prima mossa dopo un’uscita con il maltempo è quella di pulire la trasmissione possibilmente con un getto d’acqua a bassa pressione, servendosi ad esempio di un serbatoio d’acqua con compressore per rimuovere accumuli di terra e fango. Operazione per la cui esecuzione ottimale vi suggeriamo di seguire le indicazioni del produttore della vostra e-Mtb per sapere se è necessario rimuovere batteria e display per proteggere i contatti elettrici.

In alternativa, può fare al caso il jet-wash (avendo cura di non dirigere il getto su motore, batteria e display) insieme all’uso di spazzola e panno per sgrassare accuratamente la catena.